So a cosa stai pensando: Mary Poppins chi?!?
Quella del supercalifragilistiche…  ?!
Quella matta che andava in giro volando con un ombrello?

Lo dico sempre: “non sottovalutate i matti perché c’è un confine troppo sottile tra genio e follia

Genio e follia

Scherzi a parte, ti consiglio di seguire con interesse e voglia di apprendimento i 2 film di Mary Poppins:
1. Mary Poppins, del 1964;
2. Il ritorno di Mary Poppins, del 2018.

Non sono un’esperta di film per cui non mi addentrerò a scrivere una critica ma ci tengo a portarti dei motivi, seri e validi, per cui tu, i tuoi figli, i tuoi collaboratori dovrebbero vedere Mary Poppins.

Pronto?
(adulto, abbassa le difese e leggi senza pregiudizi).

1. Mary Poppins, praticamente perfetta sotto ogni aspetto
Glielo dicevano gli altri, ma se lo ripeteva, da sola, davanti lo specchio.
Mary Poppins aveva senz’altro un’alta autostima, il che la rendeva decisamente assertiva, sicura e autorevole nelle relazioni.
La nostra tata conosce molto bene i suoi punti di forza e per questo riesce ad influenzare, a coinvolgere e trascinare nelle sue iniziative chi è intorno a lei.
2. Non giudicare mai le cose dal loro aspetto: “l’hai giudicato presto e perciò chi credi sia un re qui non regna nemmeno un po.
Il messaggio è chiaro: fermarsi alle apparenze, senza andare oltre, rischia di farci sbagliare, abbondantemente.
L’essenza di una persona è sempre oltre ciò che appare, perché la parte vera e autentica, di ognuno di noi, è sotto il velo della coscienza, sotto i filtri del raziocinio, capace di celare emozioni, intenzioni, storie.
Ogni persona è un abisso: non dimenticarlo, fermandoti alle facili e ingannevoli apparenze.

3. In tutto ciò che devi far, il lato bello puoi trovar.
E’ il messaggio celato dietro la famosissima canzone: “basta un poco di zucchero e la pillola va giù”.
Siamo sommersi, più o meno frequentemente, da situazioni che non ci piacciono, perché non sempre siamo nelle condizioni di scegliere cosa fare; spesso, ci si trova dentro, e basta.
Ragazzo, però non è finita!
C’è una cosa che possiamo sempre scegliere: il nostro atteggiamento. E’ la nostra ultima e più importante possibilità: scegliere di trovare comunque il lato positivo, quella cosina, anche se piccola, che ci farà crescere, capire qualcosa relativamente il nostro percorso di crescita.
Con il giusto atteggiamento, orientato a trovare sempre qualcosa di positivo, possiamo affrontare anche le situazioni più difficili e avverse. Qualcuno la definisce Bellezza Collaterale:

La cosa importante è cogliere la bellezza collaterale che è il legame profondo con tutte le cose.

4. “Quando guardi il mondo a testa in giù,
cambia ogni cosa, perfino tu”
Il testo di questa canzone, interpretata dalla magistrale Maryl Streep, mi è immediatamente rimasto impresso.
Anche in questo caso il messaggio è esplicito: se il mondo gira al contrario di come vorresti e non riesci a venirne a capo (al punto che senti tutto sotto-sopra): cambia punto di vista!
Guarda le cose al contrario, cambiando prospettiva, se non di 180° anche solo di 90°.
Cosa aspetti, provaci, sei ancora dritto?!?
Non hai idea delle nuove idee e dei nuovi input che puoi trovare cambiando il tuo punto di vista.
Come si fa?!? ascolto e pensiero divergente.
Ma a questo tema dedicherò un altro articolo, non smettere di seguirmi e iscriviti alla mia newsletter.

5. “Immagina, e poi inizia a crederci”.
Coltiva la tua vision e la tua immaginazione: pensa sempre a nuove possibilità senza aver paura di osare o di sembrare folle.
Siamo nell’era delle possibilità infinite e non mettere in moto l’immaginazione è un vero peccato: ma attenzione, immaginare non basta!
E’ un’attività fine a se stessa!
Successivamente devi iniziare a crederci fortemente, a tenere sempre alta la tua motivazione, e a muovere i primi passi verso ciò che fino a quel momento era solo nella tua testa.
Se lo hai già immaginato nella mente, puoi trasferirlo, gradualmente, nella realtà.
Non arrenderti!
6. “Non sei mai troppo grande per giocare”
Nelle mie aule di formazione esperienziale lo dico sempre: il gioco è un affare molto serio!
Perché ci permette di tornare allo spirito di meraviglia di bambini, elicita la nostra curiosità, ci fa scoprire cose nuove o riscoprire ricordi, emozioni e sensazioni per troppo tempo sopite.
Prendiamo la vita troppo sul serio, dimenticando che la leggerezza (e la dimensione del gioco) innesca in noi uno stato mentale e fisiologico che, ad esempio, facilita la risoluzione di problemi quotidiani

Se qualcosa non va un sorriso chissà
Fin dove potrà portarmi
Andrò sempre più su tra le stelle lassù
Fino a dove potrà portarmi
Mentre viaggio leggero ogni sogno è già vero
E il cuore è felice non ha alcun pensiero

Ed infine, il consiglio più grande che Mary Poppins ci regala è:

Resta sempre chi sei, che va bene come sei.
Non cambiare, mai.

Ci chiede di fare una promessa verso noi stessi: davanti a delle scelte, davanti a situazioni che fanno vacillare le nostre certezze, davanti agli altri che ci chiedono di modifcare la nostra natura, ricordiamoci chi siamo, ricordiamoci la nostra natura (con i suoi limiti e le sue risorse):
partiamo sempre e solo da noi e dal rispetto dei nostri valori.

Perché in fondo siamo

praTICAMENTE PERFETTI, SOTTO OGNI ASPETTO